buoni propositi lavorativi per il 2018
Condividi:

L’anno nuovo è arrivato da poco e molti di noi si sono ripromessi di portare avanti progetti, ma qualcuno di voi ha espresso anche dei buoni propositi lavorativi per il 2018? Passiamo molto tempo al lavoro per cui è importante pensare ad alcune azioni che ci facciano stare bene e crescere anche professionalmente.
Noi vi diamo 6 consigli semplici ed efficaci come buoni propositi lavorativi per il 2018!

Basta procrastinare: agite!

Tendiamo sempre a rimandare ciò che non ci entusiasma e finisce che ci ritroviamo con una montagna di compiti noiosi. Meglio farli tutti subito: la motivazione sarà maggiore durante la giornata perché non vedrete l’ora di fare ciò che vi piace. Inoltre, occupandovi subito di ciò che non vi interessa molto, sarete più freschi. Aiutatevi creando una lista di priorità e di obiettivi.

Sviluppate nuove competenze

Il mercato del lavoro è in costante evoluzione grazie anche alle nuove tecnologie per cui alcune competenze col tempo potrebbero diventare obsolete. Tenete quindi d’occhio il vostro settore e non dormite sugli allori: dedicate del tempo alla formazione e partecipate a eventi che hanno a che fare con la vostra esperienza professionale. Vi permetterà di fare anche del networking.
Se avete poco tempo o fate i pendolari, ascoltate dei podcast o guardate video formativi. Impegnerete così del tempo altrimenti sprecato.

Siate positivi

Cercate di mantenere per quanto possibile il sorriso sulle labbra: fa bene al morale. Inoltre alleggerirà l’umore di tutto il posto dove lavorate, riducendo lo stress di tutti.
Fate anche magari qualche attività fisica prima o dopo il lavoro. Vi aiuterà a mantenervi in forma e a non soffrire di mal di schiena, specialmente se fate un lavoro sedentario.

Finite (o abbandonate) un progetto prima di iniziarne uno nuovo

A cosa serve lanciarsi in qualcosa di nuovo mentre abbiamo in piedi tante altre cose? Finiscono per ammonticchiarsi persino i progetti e non ne porterete a termine uno. Il tempo è limitato per cui finite (o abbandonate del tutto) un progetto prima di iniziarne uno nuovo. In questo modo avrete più probabilità di portarlo finalmente a termine!
Potete fare la stessa cosa con le abitudini: invece di uscire 2 volte a settimana con gli amici, usciteci solo una. Avrete così del tempo libero da dedicare al vostro nuovo piano.

relax buoni propositi lavorativi per il 2018
Per rendere al 100% sul lavoro è importante sapere rilassarsi e premiarsi ogni tanto.

Ritagliatevi del tempo per non fare nulla o per rilassarvi

Come abbiamo detto, il tempo è sempre poco, ma – anche se il lavoro è molto – dedicarsi solo a quello diventa logorante e finiamo per non essere al top. Quando siete stanchi, staccate del tutto per una mezz’oretta. Fate un power nap di 20 minuti, ascoltate musica: rilassatevi insomma.

Imparate a dire no

Quando qualcuno arriva da voi all’ultimo minuto con un’urgenza avete la tendenza a caricarvi di questo peso? Imparate a dire no: nessuno è un super eroe, tanto meno voi! Rispettate i vostri limiti e tenete la vostra posizione con fermezza quando dite no a qualcosa di impossibile.

Come essere certi di portare a termine i propri buoni propositi lavorativi per il 2018?

Inutile cercare di rivoluzionare la propria vita dall’inizio anno. Concentratevi piuttosto su 6 obiettivi ben precisi, cominciando con quello più semplice e che vi possa dare un risultato concreto e a breve termine. Questo vi motiverà tantissimo a portare a termine anche gli altri!
Scrivete questi 6 obiettivi su un foglio che appenderete nella stanza in cui lavorate: vi aiuterà a ricordarvene. Ancora meglio se li pianificate sul calendario.

 

Ti senti in qualche modo bloccato e non riesci mai a portare a termine un progetto? Ricordati che su Docured.com puoi consultare uno Psicologo, nel pieno rispetto della tua privacy.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *