Condividi:

Ferragosto si avvicina e per molti sarà un’occasione per passare una giornata spensierata con parenti o amici. Attenti però a non commettere alcuni piccoli errori, che potrebbero rovinarvi la giornata.

    1. Guidare coi finestrini aperti

      Probabilmente vi sposterete per una gita fuori porta, se siete ancora in città, o verso qualche località, usando l’auto. Sebbene ci sia da parte di molti delle remore sull’uso in macchina dell’aria condizionata, c’è da sapere che trascorrere il 6% del proprio tempo in auto in città o imbottigliati nel traffico vi espone al 45% di tutti gli agenti inquinanti della giornata.
      Inoltre, se soffrite di allergie, anche l’estate può sottoporvi a grossi stress: è la stagione della fioritura dell’ambrosia. Guidando coi finestrini aperti, potreste far entrare pollini nell’abitacolo della macchina e rovinarvi l’intera giornata.
      Doveste trovare code, poi, fermatevi ogni due ore per almeno mezz’oretta, per rilassarvi e sgranchirvi le gambe, specie se soffrite di cattiva circolazione e vene varicose.

    2. Usare l’urina sulla puntura di meduse

      Avete puntato su un Ferragosto in spiaggia, ma la festa ve la fa una medusa? Lasciate perdere i rimedi a base di pipì e aceto: sciacquate tutto con l’acqua di mare, ricoprite con la sabbia, lasciare asciugare e poi togliete la sabbia. Non dimenticate poi di fare un salto alla farmacia più vicina per prendere un buon antisettico/disinfettante.

      Medusa e urina errori ferragosto

    3. Sedersi sull’erba senza plaid o telo

      La voglia di rilassarsi è tanta, ma non buttatevi per terra così: rischiate la dermatite da prato. Molte piante infatti liberano, col peso del vostro corpo quando vi ci sedete, una sostanza che viene attivata dai raggi UV. In capo a 24-48h potreste ritrovarvi con piccole vesciche rosse sulla pelle, molto dolorose e che rischiano di avere delle recidive in futuro. Indossate quindi vestiti possibilmente lunghi e soprattutto sedetevi su teli o plaid.
      Pantaloni lunghi sono anche raccomandati contro le zecche, portatrici dei batteri alla base della sindrome di Lyme.

    4. Indossare abiti dai colori vivi all’aperto

      Se avete progettato una scampagnata per Ferragosto e non volete ritrovarvi addosso una miriade di moscerini e insetti, evitate di vestirvi con colori vivi, come ad esempio il giallo o l’arancione. Rischiate di attirare persino le vespe. Dovesse capitare qualche loro puntura, per neutralizzare il loro veleno appoggiate qualcosa di caldo (non rovente!) nel punto in cui siete stati punti.

    5. Cuocere la carne al BBQ troppo velocemente

      Per diminuire al massimo il rischio di formazione di sostanze cancerogene, quando fate il barbecue cuocete la carne o il pesce molto lentamente, tenendoli ad almeno 10cm dalla brace. Il cibo dev’essere ben cotto per evitare intossicazioni alimentari e la griglia sempre ben pulita. Bevete molta acqua, specie se sarete lo chef alla griglia, e portate in tavola anche cibi freschi e di stagione.

 

Vuoi approfondire l’argomento o hai un dubbio al riguardo? Puoi contattare un nostro medico esperto su Docured.com!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *